domenica 15 febbraio 2015

Perché scrivere è una forma di amore

Perché scrivere per me è sempre stato una forma di amore.
Ed io di scrivere non ho mai smesso.

Tra una pagina dell'agenda, un appunto su di un libro, immancabile sul comodino, un file word.

Un messaggio inviato [ e chi mi conosce bene sa quanto riesco ad essere logorroica persino su Whatsapp, se ho qualcosa da dire. 
Roba che mi rispondono "ci ho messo un po' a leggere quello che mi hai scritto" ed io non mi stupisco. E sorrido.].
Ed uno in forma di bozza salvato e rimasto solo per me quasi come un promemoria.

Un'email, una lettera, una nota sul telefono.
Un biglietto d'auguri, a penna, su un post-it, che poi mi imbarazzo e ti dico "non leggerlo davanti a me".




Quando e dove ne sento il bisogno [treno, metro, ferma al semaforo, in fila alla posta ed insonne alle tre di notte], io scrivo.
E' mettere in fila i pensieri.
A volte per impulso, che te ne rendi conto solo poi, a volte dopo una riflessione.
E' che c'è chi si accontenta della sobrietà dei fatti e chi, come me, a volte ha bisogno di ubriacarsi di parole.

E mi piacciono quelle persone a cui piaccio per ciò che scrivo, non per una qualche forma di vanità o egocentrismo, piuttosto, mi piacciono perché hanno capito che ciò che sono non è un problema loro.

Ieri è stata la giornata dedicata all'amore e questo spazio, personale, ma allo stesso tempo aperto alla condivisione,
è una delle più belle espressioni d'amore che oggi mi voglio e voglio regalare.


(photo - tumblr)

Nessun commento:

Posta un commento

!-- Codice per accettazione cookie - Inizio -- >